0.00% raggiunti
€0,00 donati di €10.000,00
0 Donatori
255 giorni

Dal 2007 l’istituto garantisce, oltre a una buona educazione agli studenti, anche un programma alimentare rivolto ai bambini e ai ragazzi.
Quest’anno Epsilon vuole:

  • sostenere i 120 piccoli allievi della scuola materna, garantendogli un pasto al giorno
  • acquistare nuovi libri e far realizzare nuovi banchi dai falegnami del luogo

Di seguito la lettera ricevuta dagli amici di Epsilon ed il rapporto annuale sugli avanzamenti dei progetti.

“Come si prevedeva il numero degli alunni del complesso scolastico, cattolico, è aumentato.
Oggi alle medie sono iscritti 361 ragazzini: 216 maschi e 145 femmine. Al liceo vi sono 231 giovani: 137 maschi e 94 femmine.
Abbiamo dovuto quindi acquistare nuovi libri e far realizzare nuovi banchi dai falegnami del luogo.
Qui nessuna famiglia potrebbe permettersi di acquistare i testi scolastici per i propri figli, è la scuola che li compera e li presta ad ogni alunno. Dalle statistiche emerge quanto lavoro ci sia ancora da fare per la promozione della donna anche e soprattutto, in campo scolastico. Gli alunni provengono quasi tutti da Tchébébé e villaggi circostanti. Alcuni distano 35km. Questi ultimi rientrano in famiglia ogni fine settimana per far provviste, di mais ed ignami, alimentazione di base della nostra zona.
Al complesso intervengono 21 professori, tutti togolesi tranne la direttrice, Suor Marcelle ANO, una nostra sorella marianista.
I ragazzi, come i professori, sono di religioni, di fedi, diverse: cristiani (cattolici, protestanti, chiesa di pentecoste, musulmani e animisti.
Spesso in classe condividono lo stesso banco, e la scuola diventa anche di integrazione, di scoperta di conoscenza del diverso e di rispetto reciproco.
La retta annua ammonta a 43€ circa per i ragazzi del liceo e di 34€ circa per quelli delle medie.
Attraverso questo contributo delle famiglie il direttore diocesano paga gli stipendi dei nostri bravi professori, il governo non dà nessun aiuto e non vogliamo escludere i più poveri tra i poveri.
Alla scuola materna il numero dei piccoli è di 120.
Purtroppo, e mi scuso, non ho una statistica chiara che dica il numero dei maschietti e delle femminucce, ma anche qui i maschietti sono sempre più numerosi.
Vi sono 3 insegnanti, una per classe, ciascuna ha 40 piccoli e 2 mamme cuoche che preparano il pranzo ed accudiscono la sala da pranzo.
Grazie ad Epsilon e a Gruppo Kos i piccoli godono del pranzo di mezzogiorno.
Alle 11:30 tutti insieme si spostano nella grande e bella sala offertaci da voi: GRAZIE!!! era proprio necessaria.
Anche quest’anno il consiglio dei genitori è venuto a ringraziarci per il pasto, copioso e sostanzioso, dato ai piccoli.
Questo è un grande aiuto dato alle famiglie, generalmente molto povere e con numerose bocche da sfamare.
La retta annua, compresa una partecipazione per la mensa, è di circa 13€.
Senza l’aiuto finanziario del Gruppo Kos, di Epsilon, di tanti sponsor, alla scuola materna i piccoli non potrebbero godere della mensa.
Con questo pranzo assicurato il fisico dei piccoli si irrobustisce e reagisce molto meglio alle varie malattie, malaria soprattutto, che falcia tanti bimbi deboli e malnutriti nella nostra regione.
Vivere gran parte della giornata in un ambiente sano, pulito, gioioso aiuta i piccoli a sviluppare fisico ed intelligenza.
A ciascuno di voi un GRAZIE dal cuore per quanto fare e potrete fare per sostenere questa missione dedicata ai più fragili.
Un affettuoso augurio di un sereno Natale, accompagnato dalla preghiera!”
Suor Rita Avesani

REFERENTE LOCALE: Suor Rita Avesani
BENEFICIARI:
1.200 bambini
DURATA SOSTEGNO: dal 2007